Parlano di noi

anzi “Parlano come noi”

Assisto non compra articoli di stampa o finte interviste su giornali o TV, né riporta sul sito o sulle pagine dei social network commenti compiacenti, ma parla con fatti e documenti: preferiamo non farci pubblicità con il dolore altrui; dimostriamo la nostra competenza documentando i casi risolti da Assisto e allegando, unici in Italia, le quietanze di pagamento con l’indicazione del risarcimento, degli onorari di patrocinio riconosciuti separatamente ad Assisto dalle Assicurazioni e del tempo impiegato per risolvere i casi.

Siamo quindi fieri che Assisto sia l’unico punto di riferimento nel settore del risarcimento danni da morte e di fare scuola alle infortunistiche tuttofare – i cui titolari sono sempre sedicenti Dott. pur non avendo mai visto un banco d’università – che pur di cercare di irretire ignari utenti e lucrare sulla loro sofferenza, riescono solo a “scopiazzare” i contenuti del sito di Assisto.

Di seguito riportiamo una breve ma incompleta rassegna di maldestri tentativi di plagio dal sito di Assisto.

1° esempio

Decisamente esilarante è la pagina del sito civetta di una “valorosa” infortunistica mestrina che riporta una serie di casi non risolti oppure risolti a da altri: 

www.risarcimento-danni.eu/infortunistica-stradale-casi-risolti.html

Vediamo nel dettaglio:

  • Gabriele C. TERAMO: Pedone 75enne investito sul ciglio della strada in prossimit�� …” (ma almeno correggere l’accento dopo il copia-incolla, no?),

sembra del tutto analogo al caso risolto da Assisto a TERAMO e documentato nella nostra pagina  Casi Risolti con la differenza che nella quietanza allegata è chiaramente indicato il patrocinio di Assisto e nessuno dei parenti risarciti si chiama Gabriele C.

  • Antonio C. La condotta imperita, imprudente e negligente del personale sanitario dell’Ospedale di Vibo Valentia che ebbe in cura…

sembra del tutto analogo ad uno dei numerosi casi risolti da un noto Studio legale di Roma, esperto in responsabilità medica (http://www.risarcimentomalasanita.net/).

Non c’è che dire, se non altro copiano dai migliori!

2° esempio

A dir poco imbarazzante, poi, è il sito di un’altra improvvisata infortunistica potentina (www.okrisarcimento.it) che, tra le tante altre cose, si occupa di “sinistri mortali”, ricopiando con la carta carbone (virgola dopo virgola, trattino dopo trattino) i testi e i contenuti del sito di Assisto.

La  pagina Mission http://www.okrisarcimento.it/menu-sinistri-mortali è totalmente copiata dal precedente contenuto della pagina Mission di Assisto di cui si può facilmente trovare traccia datata nella memoria imperitura degli archivi del web https://web.archive.org/web/20150923023946/http:/www.assisto.pro/mission/.

Il plagio integrale continua anche nelle altre sezioni del sito. Apprezzabile comunque l’arduo impegno profuso nell’andare a sostituire la parola “Assisto” con “OkRisarcimento” (operazione, per la verità, non sempre andata a buon fine).

L’unica cosa che non viene ricopiata dal sito di Assisto è la gratuità dei mandati !!

3° esempio

La perdita di un caro è sempre un evento drammatico che lascia un vuoto incolmabile dal punto di vista psicologico e a volte anche economico…“.

Questo incipit è piaciuto anche a: http://www.risarcimenti-online.it/casi-mortali/

Anche a loro va il nostro plauso per la sostituzione del nome della Società e per alcuni virtuosismi nel testo che vi invitiamo a leggere e commentare da soli…

4° esempio

Il giusto risarcimento per l’ingiusta perdita”

è il claim di Assisto oramai da molti anni, ma evidentemente deve essere proprio piaciuto..

http://www.impresafunebremarghera.com/1/incidenti_e_malasanita_4303122_0.html

E andando avanti sullo stesso sito leggiamo: “…L’assistenza economica si esplica in tre fasi: l’anticipazione delle spese funerarie, (…); l’anticipazione rateale di una parte del risarcimento del danno, in caso di responsabilità certa e stato di bisogno dei familiari superstiti“.

Non c’è dubbio, quest’impresa fornisce ai clienti proprio un bel servizi(http://www.assisto.pro/servizi/)etto!!

5° esempio

Qui il plagio lascia spazio addirittura allo scambio di persona (giuridica)…

http://corrierediviterbo.corr.it/news/home/141141/Scoperte-truffe-alle-assicurazioni-con-prognosi.html

A tutte queste improbabili infortunistiche, rivolgiamo l’invito a dare un’informazione che prenda sì spunto da chi ha esperienza specifica, ma apportando contenuti derivanti dalla propria storia, se ve ne sono… oppure ad occuparsi di altro piuttosto che cercare di carpire la buona fede di chi ha già subito una grande tragedia e non necessita di essere irretito da mestieranti senza arte né parte!